Archivi tag: concerto

Cupido Ha Sbagliato Mira – Il video!

“Africa, Asia, ma anche Sud America e Oceania: sono oltre 70 gli Stati che puniscono l’orientamento sessuale con arresti, lunghe detenzioni e in alcuni casi con la pena capitale.”

Fonte SkyTg24


Annunci

Quale pubblico vuoi per la tua musica?

Gira da qualche giorno su facebook questo articolo che cerca di dare una spiegazione alla attuale crisi della musica: https://lagrandeconcavita.org/2016/05/16/la-morte-del-pubblico-e-la-fine-di-tutto/ , e che sta riscuotendo molto successo tra i musicisti, probabilmente perché non da a loro nessuna colpa.

Questo non è un’attacco all’autore del post, che non conosco e che giustamente titola la sua come opinione. Ecco, quella che segue è la mia, nella speranza che da più opinioni possibili si possa tirar fuori una teoria valida ed applicabile per migliorare la situazione!

Io non credo che la musica sia in una crisi così profonda, e ritengo che il pubblico non sia affatto morto. Sostengo invece che ci sia un proliferare enorme di musicisti e situazioni musicali (ogni musicista suona mediamente in tre “progetti” diversi, tra la “marchetta” delle cover per farci due soldi, il progetto originale in cui spera per un futuro da nababbo, la band di musica etnopopolare che fa tanto fico e che ha lo scopo di mantenere la tradizione e riscoprire le origini e blablabla) e di conseguenza un eccesso di offerta di serate, questo porta per semplici leggi di mercato ad abbassare i costi delle prestazioni musicali ed invoglia a fare il “mecenate” il localaro qualsiasi che ha due metri quadri liberabili nel locale con una presa di corrente a poca distanza. Il pubblico c’è, e sa dove andare, perciò non paga 5 euro di tessera e due d’ingresso per sentire (spero) buona musica ma in un locale allestito malissimo, dall’acustica pessima, che non ha alcun rispetto per la serata e continua a servire ai tavoli bevute e consumazioni varie tra caciara di conti e resti e ordini urlati oltre ogni umana possibilità (dato che il primo tavolo è a un metro dallo pseudopalco, probabilmente con uno che ha una fame della madonna e se ne frega della musica tant’è che sta seduto di schiena)… Si può definire un musicista alla ricerca del pubblico chi si presta a simili situazioni? Chi ogni tre canzoni deve abbassare il volume, poi deve fare gli auguri a tizio e caio dal “palco” e dedicare una canzone che fa fico, poi deve far spostare tre macchine dal parcheggio?

Il proliferare di liveclub illusori fa peggiorare il lavoro anche di quelli che invece hanno sempre fatto (o nascono per fare) un buon lavoro, cercando realmente di dare un servizio culturale oltre che di mera somministrazione, ma al tempo stesso le serate a ingresso gratuito “perché sennò la gente non consuma” hanno abituato i musicisti a suonare gratis con l’inganno della visibilità ed il pubblico a non dover pagare per vedere un’esibizione musicale e quindi a conferirle meno rispetto, tant’è che al cinema per vedere un dvd paghi minimo 5 euro e ti giri a fare shhhhhhhhh se uno ha la tosse, a teatro neanche te lo dico, e durante un concerto ti fumi cento sigarette e stai più tempo a chiacchierare che ad ascoltare.

Il succo è: non sarà che questa smania di suonare più spesso possibile ci ha rovinato? Non sarebbe meglio suonare solo nelle occasioni giuste a seconda di ciò che si propone? Non è meglio suonare per 5 persone che non ci conoscono ed alla fine vendere un cd piuttosto che portare tutte le famiglie dei componenti della band a cena, organizzare con gli amici e i colleghi e ogni volta farci sentire sempre dalle stesse persone (magari pure 200), giustamente stufe alle quali poco e niente si può ormai chiedere in termine di attenzione? Non è meglio suonare 5 brani ed invogliare la gente a seguirci ancora e sentire gli altri piuttosto che suonare due ore di seguito che se non si ha il repertorio di De Gregori è complicato catalizzare gli sguardi? Questo per dire che chi fa musica e cerca i canali adatti alla sua diffusione alla fine trova situazioni gradevoli e dignitose, certo, suonerà poco, ma che c’è di male? Chi vuole fare la rockstar continuerà a lamentarsi per chi non capisce il valore di ciò che presenta e chi vuole fare animazione turistica prima che musica invece continuerà a trovare terreno fertile tra brusii, forchettate e brindisi vari, interrotti di tanto in tanto dalla Fiesta bianca targata AF che non fa uscire il pusher per il giro di ricognizione.

panoramica finale


Parola d’organizzatore – Stefano Sorci sul *Primo Maggio dei Castelli 2013*

Maglia *Primo Maggio dei Castelli"

Maglia *Primo Maggio dei Castelli”

“Un anno fa, in un momento storico particolarmente difficile per la “Velletri della sera”, quella della musica, dei locali, dei giovani e delle associazioni, la nostra città reagì al crescente clima di chiusura con un segnale forte: grazie ad un lavoro spesso testardo e sicuramente non privo di ostacoli, alcune associazioni culturali misero faticosamente in piedi il “Primo Maggio dei Castelli”, un festival musicale e gastronomico, una 12 ore ininterrotta di festa, un ritrovo per centinaia di persone che arrivarono fin dalla Capitale e dai paesi limitrofi per ritrovarsi a saltare, cantare e ballare nel prato e nel piazzale antistante il PalaBandinelli. Continua a leggere


La MaLaStraDa Live @ La Cantinaccia (feat. Cristiano Mattei) – 17/08/2012

Da questo video parte una playlist di 10 brani estratti dal concerto del 17 Agosto scorso alla Cantinaccia di Giulianello (Lt), due dei quali in collaborazione con La Seconda Moglie, progetto che il nostro batterista, Emanuele, porta avanti insieme al nostro chitarrista occasionale (causa defezione di David) ed amico di sempre Cristiano Mattei!

I video sono girati da un telefonino (quindi non fate troppo caso alla qualità) da Fabio Sicari, vecchio compagno di banco delle superiori, evolutosi in Amico con la A gigante!

La band è composta da: Il sottoscritto, alias Andrea Caovini, Laura Zaottini al violino, Luca Balsamo al basso, Emanuele Colandrea alla batteria, ed alle chitarre al posto del nostro David De Rossi impegnato altrove, Cristiano Mattei.

 

I brani nell’ordine sono:

 

Una canzone sulla pioggia e qualche serenata

Come vecchie storie

Tra la macchina e il portone

Belgioiosa vita bella – (La Seconda Moglie)

MaLaMoRe

Tu no

Mucca – (La Seconda Moglie)

Fedele solitudine

La macchina di papà

Cupido ha sbagliato mira

Mi pare tutto. Buon ascolto a chi se la sente!


Le idee chiare, doppio malto!

Roberto “Bob” Angelini all’opera

Uscire di casa è sempre un viaggio ormai. Lo è nei tempi, che non stai mai fuori se non hai visto senza intervallarci il sonno il sole di due giorni diversi. Lo è negli avvenimenti, che qualcosa da raccontare e qualche foto da mostrare agli amici (non sempre con orgoglio, ma questo ora non ci interessa) ce l’hai sempre. Lo è negli intenti perché la partenza prevede sempre la stessa propensione all’apprendimento della fila all’ingresso del Louvre. Ed è così che partimmo, qualcuno pure con la valigia, che le borse delle donne lo sono sempre più dello zainetto col quale il più bravo degli uomini può farci una settimana a Londra, con meta San Lorenzo, Roma. Il locale doveva chiamarsi La Riunione Di Condominio, qualcuno di noi avrebbe pur dovuto sapere dov’era, doveva suonarci gaLoni aperto dal  Bifolco Capo e nonostante le partenze scaglionate dovevamo essere in tanti. Stranamente tutto risultò vero. Continua a leggere


*emmecinquephoto* Vs *Primo Maggio dei Castelli*

In questo post sono raccolti tutti i link agli album fotografici di facebook che *emmecinquephoto* ha dedicato alla manifestazione *Primo Maggio dei Castelli* che si è tenuta al pala Bandinelli di Velletri: Continua a leggere


“PRIMO MAGGIO DEI CASTELLI” – scaletta esibizioni

Le esibizioni per la manifestazione “Primo Maggio dei Castelli” saranno alternate tra i due palchi, elettrico (Palco A) ed acustico (Palco B). L’ordine delle esibizioni sarà il seguente:

Palco A: La MaLaStraDa – Sprained Cookies – The Anthony’s Vinyls – Eva Mon Amour – 3chevedonoilrE – Moseek – Kutso.

Palco B: Cristiano Mattei – Stefano Pavan – Simone Presciutti – Il Dono – JONAS DAVID – gaLoni – Luca Carocci

La kermesse sarà introdotta dai *Bourbon On The Rocks* con cover internazionali già durante il pranzo. Le esibizioni in scaletta avranno inizio alle ore 15.00 e termineranno alle ore 24.00.

Il direttore artistico, Andrea Caovini 3492122416

http://www.primomaggiodeicastelli.it

https://andreacaovini.wordpress.com/2012/04/04/il-1-maggio-dei-castelli-romani/


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: