Brunori: da Sas a SpA…

Immagine tratta da: www.lindipendente.it

Immagine tratta da: http://www.lindipendente.it

L’ultimo lavoro di Dario Brunori, noto ai più come Brunori Sas (che sta per Società in Accomandita Semplice, che è la forma societaria con la quale esercita il magazzino edile di famiglia) uscirà il prossimo Febbraio, ma già è disponibile il singolo tormentone Kurt Cobain, tormentone non tanto per la quantità di volte che viene propinato (io personalmente non ne ho la percezione non ascoltando mediamente radio commerciali e quindi tendenze) ma per la quantità di volte che ne ho sentito parlare. Oggi, si sa, la musica si ascolta anche da facebook, linkata, condivisa, non serve essere fedelissimi di Subasio, RTL 102 e passa, videomusic (esiste ancora?) per sapere cosa ci consigliano gli alti piani del mercenariato musicale. Così io ho ascoltato questa canzone.

L’ho ascoltata perché già conoscevo Brunori per qualche altro successo indipendente strizzante l’occhio a Rino Gaetano, non solo per la Calabresità di nascita quanto invece per le melodie e la scanzonatezza nell’affrontare temi sociali, non dubitando in alcun modo che ciò non fosse una scelta cosciente. Questo nuovo lavoro cambia decisamente modelli.

Fate un esperimento: mettete in play Kurt Cobain (di Brunori, non vi sbagliate…) dal vostro pc e chiedete a chi non può conoscere Brunori, madri, nonne, amici a-sociali chi secondo loro sta cantando; il 90 % degli interpellati dirà con soddisfazione, credendo di avervi fregato, De Gregori. La linea di cantato e certe forzature vocali ed insolitamente anche la timbrica sono tipicamente Degregoriane, sfociano poi su un Vascorossesimo esagerato sul “non provare più nieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeente”, ma il problema non è nemmeno questo. Avere modelli e rifarsi a qualcuno non custodisce in se (fino al limite del plagio) nulla di male, e tutto sommato a parte la complicata comprensione del testo a favore di immagini poetiche (io non ho mai volato poggiando su cose leggere e riesco seppur per poco tempo a nuotare anche sotto la superficie del mare) il pezzo alle mie orecchie funziona.

Quello che non funziona è definire indipendente un artista che invece è alle dipendenze della Sony, che ha un brano caricato sul commercialissimo canale VEVO, che l’ha registrato grazie allo studio mobile di Vinicio Capossela magari in una chiesa sconsacrata come da tradizione (invece no, per Brunori si parla di un convento calabrese), che ha avuto l’esclusiva del singolo sul corriere.it. Quello che non funziona quindi siamo noi, il nostro punto di vista su un autore che ora è contestato dal suo vecchio pubblico (youtube gli assegna oltre il 10% di “non mi piace” rispetto ai gradimenti) ma ha fatto il passo per arrivare alle grandi platee, seguito a dovere da professionisti del settore. Pensate, ora digitando Kurt Cobain su Youtube nei primi dieci risultati compare Brunori SAS che sta scalzando i Nirvana, assurdo non pensare che la cosa faccia parte del disegno…

L’unica cosa che si può rimproverare a Brunori è il non aver cambiato la forma societaria da Sas a Società per Azioni, sicuramente più adeguata ai capitali investiti, ma questo non è più un problema di musica, bensì di economia, quindi io smetto con piacere di parlarne.

Brunori SAS da Wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Dario_Brunori

Articolo da cui è tratta l’immagine: http://www.lindiependente.it/musica/brunori-sas-kurt-cobain-e-altri-titoli-paraculi/31340/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: