Vivo di sogni piccoli.

Una bambina raccoglie fiori in un parco di Londra, in Inghilterra (Foto Andrew Winning/Reuters)

La grandezza delle soddisfazioni che si provano non ha nessuna relazione con la grandezza dei sogni che si realizzano. Ma la vita ci abitua al contrario. Da bambini era tutta un’altra storia, che puntualmente la nostra massima felicità era un lecca-lecca più che le scarpe nuove, era il futile più che il necessario, il desiderio più che il bisogno, ma perché il vero bisogno abitava solo nel desiderio. Il problema sta nel diventare adulti, sta nel perdere il gusto ad avere bisogni grandi per cose da nulla. Sta nel non godere di gioie enormi per la realizzazione di sogni piccoli, perché nell’accontentarsi dell’istante c’è un abbraccio più grande all’anima. Regalare un fiore può essere sia comprare l’orchidea migliore che raccogliere una margherita. Ci fanno credere che la persona che la riceverà ne farà una questione economica, e lo farà davvero se le hanno insegnato che l’amore si paga in proporzione a quant’è grande. Poi pensiamo all’immagine più dolce che ricordiamo e ci viene in mente un bel bimbo biondo sotto ai due anni in salopette di jeans che si china nonostante l’impaccio del pannolino e coglie da terra un filo d’erba per portarlo alla sua compagna di giochi. Io non voglio più farmi fregare, voglio vivere di sogni piccoli.

Annunci

One response to “Vivo di sogni piccoli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: