Il mio paese…

Il mio paese è quello in cui quando accade una calamità, un terremoto, un’alluvione i suoi cittadini si vestono da volontari e vanno a scavare nelle macerie, non fanno telefonate ridendo per un appalto. Il mio paese è quello dove se senti parlare siciliano o calabrese sei sicuro che ti offriranno un caffè, che ti inviteranno a casa loro e ti tratteranno come un figlio, non che ti ammazzeranno un parente con un’autobomba. Il mio paese è quello dove c’è la crisi, e i poveri la sentono da sempre, ma tanto i volontari della caritas fanno il giro delle stazioni e qualcosa da mangiare c’è per tutti, non quello delle chiese con i candelabri d’oro e la colonna in mogano per la questua, o con i diaconi col completo armani e i padroni di mezza Roma con le scarpe Prada. Il mio paese è quello dove gli stranieri li trattano bene e loro si comportano bene, dove al venditore ambulante o a chi fa l’elemosina gli offri un cornetto e non gli dai i soldi e se lui se ne mangia metà e l’altra la mette in tasca e ti ringrazia per la colazione e il pranzo allora è fame e tu gli dai pure un euro e quella sera non esci, nel mio paese le persone normali, qualsiasi lingua parlano, pur di lavorare si mettono la mattina alle quattro ad un semaforo ed offrono la loro forza fisica che è tutto quello che hanno. Non è affatto, il mio paese, quello dove lo straniero vende la droga nelle piazze con la scusa che non c’è lavoro, non è quello del capocantiere che si ferma ai semafori a caricare manodopera a basso costo. Nel mio paese cercano di distruggere le mafie combattendole in ogni modo e i miei connazionali si mettono una divisa per andare a rischiare la vita e difendermi, nel mio paese i giudici sono pronti a farsi ammazzare pur di non cedere all’ingiustizia e così i politici, perché sentono di proteggerlo il popolo. Il mio paese non è quello dove le divise le mettono per sentirsi importanti e compiere soprusi, dove i giudici si fanno corrompere o pilotare, dove ai politici regalano vacanze extra lusso oltre alla poltrona e loro se le fanno e zitti e poi sbagliano a firmare un foglio. Il mio paese manda medici nel mondo a curare bambini nei paesi in guerra, costruisce pozzi e ospedali, non manda soldati a violentare le donne coi missili in Somalia…

Il mio paese è fatto di milioni di persone per bene che vorrebbero andare a vivere altrove per colpa di migliaia di persone di merda.

Annunci

4 responses to “Il mio paese…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: