Fare che non fare

Tu chiamala speranza, ma è solo il modo migliore che usi per non fartele accadere le cose, per tenertele lontane e continuare a sognarle. La speranza non è poesia, né un metodo, ha il solo compito di precludere dalle azioni, di renderti ininfluente sugli avvenimenti. E mentre speri che accada qualcosa quel qualcosa sta accadendo, ma altrove. La speranza è da pigri. Impara ad andarci incontro a ciò che speri, fai in modo che faccia meno strada, cerca, fatti vedere in più parti che puoi, di modo che se è ciò che speri a cercarti qualcuno possa dire che eri là un minuto fa, che andavi in quella direzione. Lascia ovunque passi un segno chiaro del tuo transito, inconfondibile. Fai che solo chi non voglia trovarti riesca ad evitarti, che te ne faresti altrimenti. E se in tutta quella strada dovessi rincontrare ancora la speranza dille di starti alla larga, che non ti è di nessun aiuto. Dille che preferisci agire che sperare, muoverti che aspettare, fare che non fare.

Annunci

2 responses to “Fare che non fare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: